Giornata Mondiale del Rifugiato

Il 20 giugno, Giornata Mondiale del Rifugiato, IKEA rende omaggio al loro coraggio, alla loro forza e resilienza - IKEA

Giornata Mondiale del Rifugiato

Nel mondo, oltre 65 milioni di persone sono costrette a lasciare le loro case per sfuggire a guerre, violenze o persecuzioni.

Il 20 giugno 2018, la Giornata Mondiale del Rifugiato rende omaggio al loro coraggio, alla loro forza e resilienza. Indipendentemente da ciò che si lasciano alle spalle, tutti hanno competenze, talenti e aspirazioni per il futuro.

Anche noi stiamo lavorando su diversi fronti per creare nuove opportunità per i rifugiati, affinché possano ricostruirsi una vita e trovare un’occupazione che permetta loro di mantenersi dignitosamente. Lo facciamo perché è parte della nostra visione di creare una vita quotidiana migliore per la maggioranza delle persone.

Yaser Alwili e Mohammad Al Heswani sono felici di partecipare al programma di inclusione dei rifugiati di IKEA - IKEA

Eliminare le barriere all'occupazione

Chi arriva in un Paese straniero può avere difficoltà ad accedere al mondo del lavoro e a ricostruire una nuova vita per sé e la propria famiglia. IKEA vuole avere un ruolo nel rimuovere queste barriere. Nei negozi di otto paesi sono stati attivati dei programmi di inclusione dedicati ai rifugiati per sostenerli nella ricerca di un impiego, nell'apprendimento della lingua e nell'integrazione nelle loro nuove comunità.

Amneh Al Gawanmeh, artigiana della Jordan River Foundation, ha collaborato con IKEA alla creazione della collezione TILLTALANDE - IKEA

Un design che crea lavoro

In collaborazione con l’organizzazione no profit di donne giornate Jordan River Foundation, la collezione TILLTALANDE è nata dalla necessità pressante di far accedere le rifugiate, in particolare provenienti dalla Siria, al mondo del lavoro, inserendole nella società. Oggi partecipano all'iniziativa oltre cento artigiane, un numero destinato a raddoppiare nel 2019 e che dovrebbe raggiungere quota 400 entro la fine del 2020.

Open Arms è un imprenditore sociale del Texas che offre lavoro alle rifugiate. Thang Zuali trasforma scampoli inutilizzati di tessili IKEA in nuovi prodotti - IKEA

L'etica conviene

Thang Zuali è una delle sei rifugiate birmane che hanno deciso di ricucire la loro vita trasformando scarti di tessili IKEA in nuovi prodotti. Open Arms di Austin, nel Texas, è un produttore USA di articoli di abbigliamento e sartoria sostenibili impegnato a offrire alle rifugiate un lavoro con un salario equo.

Yalla Trappan è un'iniziativa locale che fornisce un servizio di sartoria presso il negozio IKEA di Malmö, in Svezia. Neire Kerimovska e Karin Wingren parlano di una fodera per cuscino - IKEA

Yalla Trappan è un'iniziativa locale che fornisce un servizio di sartoria presso il negozio IKEA di Malmö, in Svezia. Neire Kerimovska e Karin Wingren, Customer Relations manager, parlano delle fodere per cuscini ordinate da un cliente.

IKEA Foundation supporta l’International Rescue Committee con una donazione di 5 milioni di euro per la formazione professionale. Patience, 21 anni, è una delle partecipanti - IKEA

IKEA Foundation supporta la formazione e finanzia l'accesso al mondo del lavoro dei rifugiati

IKEA Foundation* appoggia l’International Rescue Committee (IRC) con una donazione di 5 milioni di euro per aiutare a migliorare la vita quotidiana di rifugiati e giovani kenioti che vivono in insediamenti informali a Nairobi. Offrendo una formazione su competenze imprenditoriali, finanziando start up, avviando attività di apprendistato e favorendo la comunicazione con gli imprenditori locali, IRC sta aiutando migliaia di persone fra le più vulnerabili a migliorare le loro possibilità di avere un futuro migliore.

*Il braccio filantropico di IKEA Group


Potrebbe interessarti: