Guida IKEA per dormire meglio – Consigli contro i disturbi del sonno

Guida IKEA per dormire meglio – Consigli contro i disturbi del sonno

Tutti dormiamo. Però, non tutti dormono così bene e a lungo come sarebbe opportuno per rimanere in salute. Circa un terzo di tutte le svizzere e gli svizzeri soffre di disturbi del sonno: accusa insonnia, non riesce più a dormire per tutta la notte, non si sente mai davvero riposato. Eppure il sonno è così importante. Per il nostro corpo, per la nostra mente. Di notte stacchiamo la spina, nel vero senso della parola, ci rigeneriamo, smistiamo il vissuto, ricarichiamo le batterie. Se viene a mancarci in parte o del tutto il sonno, nel lungo periodo possono insorgere danni per la salute. Affinché il buon sonno non rimanga un sogno, ti raccomandiamo questa guida IKEA contro i disturbi del sonno. Anche se non sei personalmente interessato da questo problema, forse conosci qualcuno che vorrebbe smettere di dover contare ogni notte tutte le pecore delle montagne svizzere. Inoltre, molti dei seguenti suggerimenti sono utili anche per chi non ha problemi di sonno, ma forse semplicemente voglia di godersi un riposo migliore, più profondo e rigenerante.

Anche la qualità del sonno è decisiva per un sano riposo. Ad esempio, se durante un lungo tragitto in treno appoggi la testa al finestrino e ti addormenti, non si può dire che questo sonno sia riposante e ristoratore come una bella dormita nella comodità del tuo letto, vero? Questa guida è dedicata al sonno sano, quello che ti fa bene e ti ricarica, quello che rafforza la tua tranquillità interiore, che riduce lo stress ed è semplicemente riposante. Basta con i problemi ad addormentarsi e con il sonno irrequieto. Lasciati ispirare dai nostri consigli per un ambiente piacevole in camera da letto, i rituali prima di coricarsi e i metodi che conciliano il sonno. Ti auguriamo una buona lettura e sogni d’oro!

Il check della camera da letto per un sonno riposante

La camera da letto è il tuo spazio di relax, la tua oasi di pace. È una stanza per dormire – solo per dormire. In tal senso è utile bandire dalla camera da letto mobili, oggetti e apparecchi digitali che ti distraggono e non ti permettono di rilassarti. Vieni, facciamo un giro insieme nella tua camera da letto. Diamo uno sguardo ai mobili della camera da letto, alla temperatura, all’umidità dell’aria e altro ancora. In questo modo cercheremo di trasformare la tua camera in un rifugio perfetto per rilassarsi.

Ambiente tranquillo

L’arredamento di base della camera da letto comprende letto, comodini, eventualmente una cassettiera e un guardaroba. Evita di riempire la camera da letto. Anche se hai poco spazio in casa, è meglio utilizzare altre stanze. In camera da letto, lo spazio è più importante che altrove. Altrettanto fondamentale per un’atmosfera rilassante è mantenere l’ordine. Non conservare utensili da lavoro come aspirapolvere o asse da stiro in camera da letto. Tutti gli oggetti che ti ricordano il lavoro (del cellulare parleremo approfonditamente più avanti) e la pulizia della casa non fanno altro che disturbare la tranquillità e il relax. Un altro aspetto importante in termini di atmosfera di benessere sono le tende oscuranti. La tua camera da letto non deve essere necessariamente una grotta. Ma contro la luna piena, i lampioni e il sole che sorge non c’è nulla di meglio che una bella sovrapposizione di più strati di diversi tipi di tende. Naturalmente anche le tende a rullo assolvono molto bene questo compito, ma non hanno un aspetto altrettanto bello e romantico.

I colori in camera da letto

Alla camera da letto si addicono colori sobri. Naturalmente, non deve essere sempre il classico bianco: anche delicate tonalità di azzurro e verde hanno un effetto rilassante. Colori accesi e troppo caldi o interi arcobaleni hanno invece un effetto stimolante. E anche i motivi inquietanti sono piuttosto inadatti. Qualche decorazione non nuoce (soprattutto se utilizzi la carta da parati), ma pareti e soffitto dovrebbero avere un effetto calmante sulla vista e conciliare il sonno: gli occhi hanno bisogno di rilassarsi e non di affaticarsi ulteriormente.

Colori in camera da letto
Colori in camera da letto
Colori rilassanti in camera da letto

La scelta giusta di materassi e cuscini

Cuscini e materasso meritano una guida a parte (che puoi trovare qui). Perché, per un sonno riposante, nulla è più importante del materasso e del cuscino giusti. Ma cosa significa «giusto»? Nel caso dei materassi è determinante il grado di durezza, che dipende soprattutto dalla posizione in cui dormi prevalentemente e dal tuo peso. Le persone più pesanti hanno bisogno di un materasso più rigido, altrimenti sprofonderebbero troppo. Per quanto riguarda la posizione che si assume nel sonno vale quanto segue: chi dorme in posizione supina ha bisogno di un materasso e di un cuscino che sostengano le vertebre lombari e il collo. Chi predilige riposare su un lato o in posizione prona deve optare invece per un materasso e un cuscino che cedano in prossimità di spalle, pancia e bacino, adattandosi così alla forma del corpo. Purtroppo, per la scelta del materasso e del cuscino giusti non basta premere un pulsante: conviene provarli personalmente e chiedere consulenza. Potrebbe essere necessario sdraiarsi su diversi materassi e cuscini prima di trovare quelli che fanno per te. Anche i materiali possono influire sul nostro sonno: i materassi a molle sono ideali per chi suda molto di notte, perché dissipano bene il calore e l’umidità. I materassi memory foam, al contrario, si adattano perfettamente al tuo corpo e trattengono meglio il calore. Quindi, se di notte soffri spesso il freddo, rappresentano la scelta più opportuna. Infine, i materassi in lattice sono un’opzione valida soprattutto per chi soffre di allergie, inoltre sono idrorepellenti e assorbono meno il sudore. Si tratta di una caratteristica particolarmente igienica. Tuttavia, i materassi in lattice costano un po’ di più di quelli a molle o in schiuma. Per i cuscini vale la regola seguente: devono sostenere sempre testa e collo in modo confortevole. Tra l’altro, questo ha un effetto positivo sulla respirazione e può prevenire il russamento. Chi dorme sulla schiena dovrebbe puntare su cuscini né troppo alti né troppo bassi, in modo da sostenere collo e colonna vertebrale. Chi dorme sul fianco, invece, ha bisogno di un cuscino che mantenga la colonna vertebrale diritta in posizione laterale. Assicurati di non doverlo piegare perché sia adatto alle tue esigenze e che non sia troppo piatto quando non piegato. Infine, chi predilige dormire in posizione prona deve puntare su un cuscino il più piatto possibile con poca imbottitura in modo che la testa non sia troppo in alto.

Dormire meglio con il cuscino giusto
Dormire meglio con la biancheria giusta
La scelta giusta di materassi e cuscini

Sorgenti luminose adatte

Soprattutto quando non si dorme da soli, è indispensabile una luce dall’intensità regolabile. Una normale lampada da lettura potrebbe infatti disturbare la/il partner. Le lampadine che forniscono una luce calda sono l’ideale perché rendono l’ambiente più confortevole. Dopo tutto, la tua camera da letto non è uno studio medico e non necessita di un’illuminazione a giorno. L’illuminazione indiretta crea i migliori presupposti per un’atmosfera piacevole ed è particolarmente apprezzata dai più dormiglioni la mattina al momento di alzarsi. Per questo devi puntare su sorgenti luminose installate in modo tale che non illuminino direttamente l’ambiente, i singoli angoli o gli oggetti, ma siano dirette sulle pareti e sul soffitto. In questo modo la luce si estende su questi diffondendosi delicatamente in tutta la stanza. Se anche tu sei una di quelle persone che hanno bisogno di una piccola luce per dormire, dovresti sceglierla molto fioca e opaca. Le lampade per la cameretta rappresentano una buona soluzione.

La temperatura ambiente

Nella camera da letto la temperatura ideale è compresa tra 16 e 18 gradi. Se fa più caldo, finirai per sudare sotto le coperte trascorrendo la notte a coprirti e scoprirti. Se fa più freddo, si può formare della muffa perché l’umidità espulsa di notte dal corpo non riesce ad asciugarsi.

L’areazione

Hai sempre una finestra aperta a ribalta in camera da letto? Non è una buona prassi: questa aerazione permanente, infatti, fa raffreddare l’ambiente e condensare l’umidità sulle pareti. Meglio arieggiare la mattina dopo essersi alzati e la sera prima di andare a dormire per circa 15 minuti con le finestre spalancate. Questo assicura aria fresca e umidità sufficiente. Importante: non accendere subito il riscaldamento dopo aver arieggiato. Altrimenti, nella peggiore delle ipotesi, finirai per allevare una truppa di muffe in camera da letto.

Dormire meglio con una corretta ventilazione
Suggerimenti per la ventilazione in camera da letto
Ventilare correttamente nella camera da letto

Evitare apparecchi elettronici / elettrosmog

Ci sono di certo persone che si addormentano sempre davanti alla TV. Tuttavia, il televisore non è affatto un valido aiuto per addormentarsi. In camera da letto andrebbe quindi evitata la TV, ma anche il tablet e lo smartphone. L’elettrosmog interferisce con il sonno e lo smartphone acceso distrae dall’addormentarsi. Se utilizzi il telefono come sveglia, procurati una sveglia vera. A proposito, lo sapevi che le lunghezze d’onda blu emanate dallo schermo tendono a svegliare? Quindi, non dare l’ultima fugace sbirciatina ai social media e non leggere la posta appena arrivata. Spegnere tutti i dispositivi ti può essere utile soprattutto quando cerchi di staccare.

Cosa bisogna considerare prima di andare a dormire?

Affinché ogni notte sia anche una buona notte e tu possa addormentarti e dormire senza risvegli, abbiamo raccolto per te qualche utile suggerimento facile da rispettare ed efficace.

Orari del sonno

«Gli esseri umani sono creature abitudinarie», così si dice. E in questa affermazione c’è del vero. Andare a letto a orari regolari ti aiuta a ritualizzare l’addormentamento e a (ri)allineare l’orologio interno. Questo vale anche per il momento della sveglia. Tuttavia, o proprio per questo, è bene andare a letto solo quando si è sufficientemente stanchi. Potrebbe sembrare un’affermazione scontata in un primo momento, ma evita in molti casi di restare svegli nel letto per un periodo interminabile. Sono il tuo corpo e il tuo orologio interno a dirti quando sei stanco, non l’orologio appeso alla parete. Affronta la cosa in modo rilassato. Il tuo corpo si prende il sonno di cui ha bisogno.

Niente cibo e bevande la sera tardi

Per addormentarsi bene e dormire un sonno migliore è buona prassi rinunciare al consumo di alcol e nicotina prima di andare a letto. L’alcol può sì aiutarti ad addormentarti, ma disturba il sonno perché il corpo è impegnato a metabolizzarlo durante la notte. Anche le bevande contenenti caffeina possono tenere svegli a lungo. La sera è bene consumare cibi facilmente digeribili, non troppo tardi, ma circa tre ore prima di andare a dormire. Perché se lo stomaco e l’intestino devono fare il turno di sera, sarà difficile addormentarsi e dormire tutta la notte senza problemi con la digestione in corso.

Consigli prima di andare a letto
Niente cibo e bevande la sera tardi

Riduzione dello stress

Quando il corpo e la mente sono svegli e attivi, è difficile pensare al sonno. Quindi, non fare sport prima di dormire e cerca inoltre di liberare la mente e non pensare a nulla. Beh, quest’ultima raccomandazione è più facile da scrivere che da mettere in pratica... ma ecco un paio di suggerimenti per contrastare il carosello di pensieri: metti un piccolo blocco per gli appunti con una penna accanto al letto. Lo puoi usare per scrivere pensieri spontanei, piani per il giorno dopo e altre cose che ti tengono la testa occupata. Evita anche eventuali conflitti prima di andare a dormire. Liti, discussioni e attriti tengono svegli per un po’. Un altro trucchetto contro i pensieri: vai a letto solo quando sei davvero stanco (vedi sopra). Leggere le notizie sul tuo smartphone o un libro complesso nonché vedere un film avvincente non ti serviranno a rilassarti, semmai il contrario. Concedi un po’ di riposo alla mente e utilizza il letto per dormire e per nient’altro.

Che cosa concilia il sonno?

Hai contato 589 pecorelle e ancora non dormi? Forse questi semplici rituali e metodi possono aiutarti ad addormentarti senza difficoltà:

Passeggiata serale

L’aspetto più bello della sera? È tutto più tranquillo. Quindi è il momento giusto per una passeggiata, che ti aiuterà a riordinare i pensieri, ti farà respirare un po’ di aria fresca e stancare per bene. Ma soprattutto, dopo, ti farà dormire come un sasso.

Bagni caldi

Non è una cosa per tutti i giorni, ma un bagno rilassante ogni tanto è proprio quello che ci vuole per una notte riposante. Speciali oli essenziali per il bagno rilassano e conciliano il sonno, il calore scioglie le tensioni e ti culla. Esci veloce dalla vasca, asciugati e infilati sotto le coperte piacevolmente esausto.

Musica rilassante

Ascoltare della musica rilassante prima o mentre ci si addormenta può fare miracoli, perché riesce a distogliere dai pensieri. La musica classica o il jazz più soft sono particolarmente indicati. La cosa più importante è che non sia musica cantata e che le melodie siano tanto rilassanti da cullarti nel mondo dei sogni.

Esercizi di rilassamento

Il training autogeno è uno dei metodi migliori contro il nervosismo, lo stress e i disturbi del sonno. Ed è molto facile e relativamente veloce da imparare. Si tratta prevalentemente di tecniche di respirazione che aiutano a rilassarsi. Inoltre impari anche a far riposare il tuo corpo avvalendoti della gravità, del calore o del silenzio. Il rilassamento muscolare progressivo è un altro ottimo metodo per un sonno migliore. Consiste nel tendere e rilassare di nuovo singole parti del corpo, determinando uno stato di profondo rilassamento.

 

Bevande calde rilassanti

La giusta bevanda calda di sera può avere un effetto calmante nonché aiutarti ad addormentarti facendoti riposare indisturbato tutta la notte. Una tisana a base di melissa, radice di valeriana o luppolo, ad esempio, o il classico latte caldo con miele, fanno rilassare e forniscono un piacevole tepore.

E ora... buona notte! Ti auguriamo un sonno rigenerante!